Crea sito

«

»

Apr 01

Se Yalta fosse stata in streaming

Ma pensa un po’ .yalta Repubblica numero 3 e si ricicla il vecchio schema dei dieci saggi. Come tornare ad Atene, che bello. Siamo in diretta ormai, col banchetto allestito per l’occasione in un tete a tete tra Bersani,  e i due capogruppo alle Camere. con noi i che guardiamo dallo spioncino della serratura (cfr Nuovo Cinema Paradiso, Giuseppe Tornatore). Un esame universitario, un incontro con il legale di fiducia, un pokerino? No, cercare di formare uno straccio di governo. E noi lì attenti. E loro, più attenti di noi.<Cavoletti c’è il capo che ci guarda> sussurrano Vito Crimi e la bionda, ispida come un porcospino. Pierluigi, seppur abituato alla folla, dava l’idea di poter stare sul serio più a suo agio con un giaguaro. Ma vi immaginate quando, all’indomani delle elezioni del ’48,  con la Dc che vince a man bassa,  che cercò di di aggiustare un po’ il tiro con Il Pci di Togliatti in pressing? Vi immaginate tutto fosse accaduto davanti ad un monitor in direttissima nazionale? Che spettacolo.

A parlare di guerra fredda, del recente colpo di stato in Cecoslovacchia  e della fottuta paura del ritiro del piano Marshall . Tutti  più cauti, di sicuro, sarebbero stati davanti a un qualcosa di molto somigliante a Patty Smith ( Mr Casaleggio) che tutto voleva vedere e sapere e a un Grillo che tutti voleva mandare a casa? La fantapolitica, di cui tanto ci siamo riempiti la bocca per anni, si è compiuta.

Dicevo, ma provate a pensare ai Togliatti vari, che cercavano un compromesso, lasciando la guida dell’economia e della finanza alle forze conservatrici in cambio di una democratizzazione di tipo più culturale, magari al cospetto attento di un Rocco Casalino (Grande Fratello numero 1) che obiettava continuamente sul modo di comunicare. O ancora , i tre grandi che a Yalta, seduti, stavano decidendo sulle sorti del pianeta come fossero in una grande fiction? Io ho provato ad immaginarlo. Forse quel muro non ci sarebbe mai stato. Al suo posto ,magari, tanti piccoli schermi cinematografici a fare da koinè universale. Tra il mondo, la società civile, i politici, i fantastici politici. Quelli che fortunatamente noi oggi abbiamo, targati 5 stelle e un sogno. Mezzo sogno, va’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>